lunedì 17 ottobre 2011

Se penso a quel tempo che non ritornerà più...

Esiste un tasto "Pause" nella vita?
Ed uno "Random"?
Ed uno "Erase"?

Temo di no, ma è un timore stupido. Dovrei dire "per fortuna!". Si qualcosa tipo "meno male!" o un'altra espressione del genere. Se cancellassimo non avremmo memoria, cicatrici, tracce, passato, esperienza. Non è forse esperienza il nome con il quale etichettiamo molto spesso i nostri errori o le occasioni più formative per noi? Meglio non cancellare nulla, allora. Meglio aver presente sempre un panorama il più possibile dettagliato di ciò che è stato per gestire ciò che sarà. Senza farse inghiottire, come potrebbe accadere quando si affondano i piedi in certi terreni argillosi, in certe pozze putride o angoli paludosi che inevitabilmente sbucano così come le lumache dopo gli acquazzoni.

Meglio operare, ogni tanto, una scelta casuale di ricordi, ma di quelli belli, da cui farci cullare. Per il dolore, il rammarico, la frustrazione, spesso basta e avanza il presente. Perché affliggersi ancora con ciò che è stato e ciò che non sarà più? non c'è potere sul passato. Solo metabolizzarlo bisogna.

E così, pausa: pausa da ciò che non è utile, da ciò che è zavorra, da ciò che non ci fa volteggiare come le prime foglie secche di questo autunno un po' ribelle.

Dovremmo, anzi dovrei, anzi devo smettere di torturarmi: "Tu sei padrona del tuo destino e di quello che ne vuoi fare. Nessun altro!"

Se tu hai paura di sognare e di raggiungere i tuoi obiettivi, non potrai mai fare granché nella vita. Sarai sempre schiava del rammarico, della frustrazioni, del rimpianto.

Vivi la tua vita, non farla vivere agli altri.

I sogni sono il succo della vita, vanno inseguiti. Anche se non sarò mai più ciò che avevo sognato di essere, forse è venuto il momento di partorire nuovi sogni da quel cappello a cilindro, tra fiori, conigli, colombe e fazzoletti color arcobaleno.

Probabilmente è anche un bene ascoltare Battiato al mattino appena sveglia.

2 commenti:

  1. Ti sponsorizzo alla grande perchè significa che appoggio anche questa mia nuova condizione di sognatrice.... non ci sono abituata ma se so che nel percorso non sono sola mi faccio coraggio :-)))

    RispondiElimina
  2. che bellissimo testo, la canzone! e pure il tuo post.. che sembra primavera, non autunno!

    RispondiElimina