mercoledì 23 novembre 2011

piccolissimo sfogo

Ho pianto in auto lungo tutto il tragitto che da lavoro mi riportava a casa, spezzando con i singhiozzi una delle tante canzoni che random riempiono l'abitacolo.

Ho pianto perchè pomeriggio il ragazzo che lavora di sopra, al negozio dall'altro lato della strada - la strada più trafficata, dove c'è l'ampio parcheggio - mi ha raccontato che mentre scaricava il suo furgoncino con il materiale, ha visto che Trohn (credo si scriva così... me l'ha detto tante volte ma non l'ho mai memorizzato) rovistare nel grande box blu dove la gente deposita i vestiti per i poveri.
Alcuni ragazzi del quartiere, passando e assistendo alla medesima scena, hanno cominciato ad umiliarlo, a derirderlo, a prenderlo in giro.

Trohn è un ragazzo nero, senegalese se ricordo bene, che sopravvive vendendo ai semafori fazzolettini come tanti altri. E' un ragazzo sorridente: sarà che i suoi denti bianchi luccinano come un bagliore di stella cadente sul suo viso nero.
Da quando una volta gli ho comprato un panino e una bottiglietta d'acqua mi saluta ovunque mi incroci dicendo "ciao amico!"

Ecco... ho pianto perché trovo disgustoso e profondamente doloroso umiliare chi sta peggio di noi. Avrei avuto voglia di incontrarlo Trohn stasera, offrirgli una cena e portarlo in un negozio a comprare vestiti nuovi solo per lui.

Odio profondamente chi non sa apprezzare la dignità che ci sa essere in chi vive ai limiti della povertà e mi sento piccola a mia volta per lamentarmi di tutto e per non saper fare nulla che offrire un panino o un passaggio o un sorriso a chi, come Trohn, non ha nulla e il cuore colmo di malinconia ma il volto sempre pronto al sorriso.

10 commenti:

  1. Mi dispiace per loro, sono davvero messi male, come dev'essere brutto vivere nell'ignoranza!Dovrebbero ridere di loro stessi ogni qual volta si guardano allo speccio per poi scoppiare in lacrime! Ma immagino siano sprovvisti di cotanta sensibilità, persino nei confronti di se stessi!

    RispondiElimina
  2. C'è davvero gente ignorante in giro. Spero che almeno uno di loro adesso si stia pentendo di questa cosa, ma non ci scommetterei. Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Che schifo mammamia, vorrei tanto che certa gente ci si ritrovasse un bel giorno nella miseria!

    RispondiElimina
  4. Purtroppo al mondo ci sono persone davvero cattive. Mi fa male al cuore leggere quello che è successo.

    RispondiElimina
  5. Pages, sta gente è proprio piccola dentro. Mi è dispiaciuto tuttavia che il mio amico presnte non sia intervenuto, più per codardia che per altro...

    RispondiElimina
  6. Pi, penso che sia una battaglia persa in partenza... credimi.

    RispondiElimina
  7. Piperpenny oltre che cattive sono proprio meschine e ignoranti. Mi vergogno di avere persone intorno (perché vivono in questo quartiere dove lavoro)tanto minuscole.

    RispondiElimina
  8. Assyrianspirit è proprio da auguaare loro di fre un giro almeno nelle "scarpe" di chi è di fronte a loro..

    RispondiElimina