venerdì 10 febbraio 2012

Un giorno di felicità

Stamattina, nonostante il costante bruciore agli occhi che mi fa sentire davvero inadatta ad affrontare una nuova giornata al pc, mi sono sentita felice.

Felice è una parla grossa... Felici ci si sente poche volte nella vita. Forse dovrei dire serena o contenta... perché ridimensionano e di parecchio il karma - forse un po' pesante - che si attribuisce alla parola "felicità".
Stamattina, ad ogni modo, ero felice, ma non sapevo che il meglio doveva ancora venire. Il tepore delle coperte, il mio libro del momento disponibile ad offrire in sacrificio almeno due pagine prima di alzarmi, negli occhi ancora quegli sbriluccichii che le risate fatte di pancia sembrano far esplodere come fuochi pirotecnici dentro te.

Nevica, fa freddo, ho le mani violacee e il viso arrossato per quei pochi passi a piedi che ormai mi posso concedere. Sistemo in fretta e scappo per le commissioni di routine. L'ufficio... sempre lì ad attendermi con le sue rogne stupide.

Chissà se le cose belle, come le cose brutte, quando accadono, lanciano segnali, come quei razzi luminosi che vedo ogni tanto in certi film ... quei razzi lievemente luminescenti, a dirla tutta... magari si, avvisano in qualche modo, per prepararci al loro incipiente arrivo ma possibilmente, assorbiti dalla routine, dai "voglio", dai "dovrei", dai "se" e dai "ma", di tanti "no" e dagli altrettanti "si" con cui ci bombardiamo l'anima, non ci facciamo neppure caso.

L'istinto ha suggerito a me e mia madre - mentre la riprendevo da scuola, sotto quel cielo color cenere e quell'aria liquida e metallica - di fare una capatina in ospedale... eh si, Federico ci ha aspettate. E' nato poco dopo le 13.30 e ad attenderlo ancora c'era solo il suo papà e una prozia. Tutti a lavoro, tutti presi da mille e più pensieri e qualcuno anche da vecchi retaggi ed egoismi - diciamolo - .

Federico, nell'accezione che a questo nome attribuisce mia cugina, dovrà essere un bimbo portatore di pace e a vederlo, pochi minuti dopo essere stato lavato, è davvero un bambino pacifico e silenzioso. Ha gli occhi che già sembrano vederti, che ti seguono. Ti sorride a modo suo. Ha mani lunghissime per il suo corpicino minuscolo e violacee come le mie... chissà se sarà un freddoloso come me? ha tanti capelli scuri e le sopracciglia chiarissime e sembra voler dire "Scusate... so che non mi aspettavate, ma sono qui e cercherò di dare il minor disturbo possibile!".

Ho sentito la voce tremarmi, prim' ancora che potessi proferir parola o incrociare lo sguardo di mia cugina. Ho sentito i dotti lacrimali pizzicare, ma hanno retto. E mia madre... ma quanto madre è sino in fondo? ci sono persone che hanno una vocazione: lei ha la vocazione per accudire e occuparsi dei bambini. Sarà per questo che ha conservato per tanto tempo quella capacità di stupirsi e di emozionarsi, quella curiosità e leggerezza verso la vita, tipica dei bambini. Federico si perdeva tra le sue braccia ed il suo sorriso. Ho letto nel suo sguardo la gioia di rivivere, anche se di riflesso, il bello di una nuova vita che viene al mondo.
"Mi sembra di rivivere la tua, di nascita", mi ha confessato in auto, ritornando a casa quando ormai la mia pausa pranzo era andata - senza rammarico alcuno - a farsi friggere.

Ecco, cronaca di una gioranta fredda ma felice.

6 commenti:

  1. aspetto un tuo commento sul mio ultimo post.. mi piacerebbe leggerti lì!

    RispondiElimina
  2. Non c'è niente di più bello di una nuova vita!

    RispondiElimina
  3. che belle sensazioni di tenerezza mi hai regalato in questo post!

    RispondiElimina
  4. una nuova vita accende una fiamma!
    dona un sorriso!
    fa provare emozioni forti!
    è il miracolo per eccellenza!
    immagino tua madre.....anche a me vedere una piccola creatura, risveglia il ricordo del mio " bambino" !!! un emozione che difficilmente si dimentica!
    un abbraccio giò!♥
    post bellissimo.

    RispondiElimina
  5. adoro leggere ciò che scrivi :) quando voglio distrarmi un po' passo sempre di qui :) spesso mi rilassa :)

    RispondiElimina
  6. Che emozioneeeeeeeeeeeee!!!! L'hai trasferita tutta in questo post!! Comincio la mattina benissimo grazie a te!!

    RispondiElimina