giovedì 5 aprile 2012

Perlina di saggezza

Com'è che un amore finisce? 
"Finisce quando non c'è n'è più, quando c'è n'è troppo, quando in realtà non c'è mai stato. Un amore finisce perché qualcosa si consuma: allora non bisogna usarlo, forse, l'amore. Ma finisce pure quando non si consuma niente e, anzi: tutto rimane come il primo giorno. Così perfetto che pare finto. E allora forse almeno un po' bisognerebbe usarlo, l'amore. E se poi finisce perché mentre lo usi ti cade per terra e si rompe? Anche quello può capitare. Così come che lo lanci in aria, per giocare, e quello però non ti torna più indietro: può capitare. O magari finisce perché te lo scordi da qualche part,e perché lo vuoi tenere sempre chiuso in tasca per non perderlo, ma così marcisce: va a male. Finisce perché andavi di fretta, finisce perché rimani indietro, finisce perché vuole finire, perché deve finire. Finisce perché non c'è cosa più impossibile da tenere a mente, quando un amore comincia, che potrebbe finire. E trasformarsi, passato il dolore, in qualcosa a cui accennare mentre parli d'altro, l'ennesimo aneddoto da raccontare a una cena, scuotendo la testa divertito da te e dal male assurdo che faceva, quello che oggi ti fa sorridere, mentre speri che la persona che hai appena conosciuto e ti è seduta di fronte ti trovi spiritoso, affascinante, originale: e vorresti ti venisse in soccorso il coraggio o semplicemente il modo di chiederle il numero di cellulare per spedirle nella notte un messaggio che in testa stai già formulando."

3 commenti:

  1. Una mia amica francese mi regalò questo libro un giorno: L'amour dure trois ans. Non l'ho mai aperto per scaramanzia... ma devo dargli ragione comunque, purtroppo. L'amore dura tre anni. Tre anni e mezzo massimo.

    RispondiElimina
  2. Ciao!
    L'amore è costruire giorno dopo giorno…si deve coltivare avendone cura come una piantina che deve crescere e fortificare le sue radici,siamo noi che non dobbiamo lasciarlo morire.

    Come la verità può morire in uno spirito indifferente che rifiuta di essere attento, come la musica può morire in mezzo al rumore che la circonda e la copre.
    (Maurice Zundel)
    Buona Pasqua di sorrisi!Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioa Claudia! grazie per il tuo agurio che purtroppo leggo solo ora. Perdonami se passo pochissimo, ma dal pc di ufficio non riesco più a seguire nessuo e a casa ci sono davvero poco. Ad ogni modo i tuoi post mi arrivano per posta elettronica.
      Grazie per la tua perlina di saggezza nel commento :) ti arbaccio!

      Elimina