domenica 13 maggio 2012



Che il mio pensiero sia abbastanza forte, abile, profondo, da poter elaborare ciò che il mio cuore prova. Che il mio cuore stesso sia così grande, così robusto, così spazioso da accogliere un amore grande come quello che tu da sempre provi per me, per noi. Che le mie labbra siano in grado di pronunciare, ancora, sempre, quelle piccole parole che tanto ami tu stessa pronunciare, diffondendo come alito di vento, profumo d'amore.
Che io sia, almeno una volta nella vita, madre quanto lo sei tu ogni giorno.

A te che devo tutto, a te che sei tutto, a te che tanto mi fai piangere e disperare ultimamente, a te che mi sfuggi, a te che non sei più quella fonte inesauribile di energia e di sorrisi, perché la vita, ogni tanto, ci porta via le cose importanti.
A te, a cui non basterà mai un grazie, a cui non basto mai io stessa, a te per cui non è mai abbastanza nulla, perché non ti sazi mai d'amore.
A te che eri, sei  e sarai il mio amore più grande.
A te mamma.

1 commento: