mercoledì 18 luglio 2012

Il miracolo

In un campo ho veduto una ghianda: sembrava così morta, inutile.
E in primavera ho visto quella ghianda mettere radici e innalzarsi, giovane quercia verso il sole.
Un miracolo, potresti dire: eppure questo miracolo si produce mille migliaia di volte nel sonno di ogni autunno e nella passione di ogni primavera.
Perché non dovrebbe prodursi nel cuore dell'uomo?

(Kahlil Gibran)


Fiduciosa attendo il giorno in cui quella rinasca colga me e colga il cuore di ciascuno. Ne sono certa: non esiste persona che non brami una piccola rivoluzione, una piccola rinascita, un miracolo che sia fonte di gioia, di soddisfazione. Quietata tale bramosia, come di foglia in foglia, un nuovo bottone sarà pronto a schiudersi partorendo ai raggi del sole, un fiore e poi un altro e un altro ancora.



Anch'io aspetto da anni la mia rivoluzione. Il mio miracolo.






4 commenti:

  1. arriva tesoro...
    il miracolo arriva, bisogna credere con ogni fibbra!

    RispondiElimina
  2. Ciao amica! sai che prima in pausa ero seduta fuori, e col mio ragazzo facevamo un' osservazione del tutto simile a questa vedendo una farfalla svolazzare intorno a noi?!
    Ne sono convinta anch'io .. prima o poi capita qualcosa, un fatto una persona .. che faranno risbocciare te stessa ;) ci vuole pazienza a volte .. e speranza! un baciotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. amicaaa che bello leggere un tuo commento!
      Pazienza, speranza e aggiungo... la capcità di adattarsi alle situazioni: non tutto ciò che sognamo diventa realtà.

      Elimina
  3. Pata ma che bella al matrimonio e che bella la tua amica sposa! :) i miracoli esistono: il loro fascino sta nel fatto che accadono quando meno te lo aspetti... come le persone importanti, si fanno attendere ;)

    RispondiElimina