mercoledì 21 novembre 2012

Il tempo che non c'è


Beato chi è pronto a donare il proprio tempo, anche quando non ne ha.

(Adalbert L. Balling)

Beato, direi io, chi sa sfruttare al meglio il proprio tempo, chi non si sente sempre troppo in ritardo, chi sa trovare ore lì dove molti vedono soltanto istanti vuoti, privi di senso.
Beato chi non rimpiange il passato, chi sa vedere il futuro e, in entrambi i casi, sa sempre condividere con l'altro, mettendo da parte l'egoismo.

4 commenti:

  1. Lo sguardo al futuro e la capacita' di condivedere sono doni che pochi fortunati hanno!
    Buon sabato!

    RispondiElimina
  2. Fra... che peccato non riuscire ad aggiornare il blog come fai tu! grazie per la tua presenza e i tuoi saluti, o mia musa ;)

    RispondiElimina