lunedì 12 novembre 2012

Tanto per dire.

Questo weekend è volato via. Non ho fatto nulla di speciale. Forse la vita non è speciale, nel senso che tutti noi intendiamo comunemente. Forse, più semplicemente è vita. Né bella né brutta.
Per carità: la noia, la povertà, la solitudine rendono tutto più difficile, tingono come inchiostro nero il nostro cielo, rendendolo via via sempre più privo di stelle.
Se però riusciamo anche ad intravderne una, magari ad una distanza siderale da noi, ma quella luce raggiunge il nostro cuore, può darsi - non è detto - che il gelo si sciolga e un timido tepore ci pervada.
A me, tra le fatiche quotidiane, è bastata una nuotata, un tuffo mal riuscito - ma è pur sempre un tuffo! - il ritorno della mamma, una sciarpona di lana e uno sguardo illuminato da un regalo di mia sorella.
Resta, questo lunedì, tutta l'ansia del devo fare, devo ottenere, devo dire... che alle parole seguano i fatti. Questo spero soltanto.
Il resto me lo lascio alle spalle. Magari un giorno esploderà tutto... in una pioggia di coriandoli. Il rimbombo e la eco della deflagrazione potrebbero essere un optional.

Insomma... semplicemente è vita.

PS: il regalo di mia sorella è questo

1 commento:

  1. dai che non è male...
    non il regalo, quello è bello...
    il fatto che la vita sia così... ci da modo di esprimerci, anche se le espressioni non le capiamo sempre al 100%...
    tu che dici?

    RispondiElimina