venerdì 12 luglio 2013

11 (binari)

Mi è scappato un singhiozzo quando ho letto quel rigo. Un rigo che, dritto dritto, mi suggeriva che davvero quel sogno è ormai ad un passo dal realizzarsi. Ci ripensavo ieri: quel numero, 11, memoria visiva di un binario che, pare, sarà destinato ad incontrare la mia vita. 
Associazioni banali se vogliamo. 
Non so se piangerò sul serio, quel giorno. Ne mancano 11. Ancora binari. Una parte di me non vuole assolutamente, perché non ci trova nulla di bello o interessante o degno d'essere celebrato con un rigagnolo di lacrima salata a baciare la mia guancia stropicciata dalla stanchezza. Un'altra parte, invece, si sente infantilmente libera, leggera, soddisfatta. Peccato prevalga sempre la prima, tra le due. 

Metterò solo una scritta, a mano: "Dedicato a chi crede nei sogni, a chi spera contro ogni speranza, a chi lotta senza tregua, a chi ogni giorno incrociamo nella nostra vita e - senza saperlo - ci cambia un po'". 

11 giorni ancora e poi sarà un'altra pagina di vita, non molto diversa dalle precedenti, ma con un punto alla fine del capitolo.


1 commento:

  1. Mi piace la dedica. Evoca persone belle, sperando che il cambiamento in atto sia solo positivo...

    RispondiElimina